Vita indipendente

La sperimentazione alla "Vita Indipendente", avviata nell'anno 2003, nel territorio del Consorzio C.I.SA., si colloca all'interno del progetto "Servizi per Disabili".

L'esperienza del progetto di "Vita Indipendente" nasce da un bisogno sempre crescente di aiuto, espresso da persone disabili adulte in possesso di capacità di integrazione sociale e di vita di relazione, ma limitati da gravi difficoltà motorie, ostacolo per un raggiungimento dell'autosufficienza o di una piena indipendenza.

La "Vita Indipendente" è il diritto all'autodeterminazione della propria esistenza, per affrontare e controllare in prima persona, senza scelte e decisioni altrui, il proprio quotidiano ed il proprio futuro.

I progetti di "vita Indipendente" sono finalizzati all'individuazione ed assunzione di assistenti personali, regolarizzati con contratto di lavoro ed hanno il compito di accompagnare la persona disabile ad organizzarsi nella vita quotidiana: garantire il raggiungimento/mantenimento del livello occupazionale, vivere momenti di piena integrazione sociale promuovendo così il diritto alle pari opportunità, all'indipendenza, alla partecipazione.

Gli assistenti personali sono gestiti direttamente dai soggetti richiedenti, sotto la propria responsabilità, con il controllo e la supervisione degli Enti Locali, i quali ne valutano la validità ed erogano la parte economica.

Ogni progetto individuale viene definito con la persona interessata. Si stabilisce nel piano operativo le diverse responsabilità e collaborazioni. Inoltre si definisce il piano di spesa e la documentazione da restituire al Consorzio.

Tutti i progetti di "Vita Indipendente" devono essere valutati dall'Unità Multidisciplinare di Valutazione Disabili (U.M.V.D.) del Distretto Sanitario di San Mauro T.se - ASL TO4.

Attualmente sono attivi n. 7 progetti di "Vita Indipendente" distribuiti nel territorio consortile, rivolti a persone disabili sia di sesso maschile che femminile.

E' da sottolineare che l'assistenza personale è sicuramente un ausilio di cui le persone con grave disabilità motoria necessitano per consentire di passare dal ruolo di "oggetto di cura" al ruolo di "soggetto attivo".

 

Guarda il video "La forza di un sogno"

Guarda il video "Cinque voci si raccontano"

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...