Misure di sostegno al reddito

A fronte di una realtà socio-economica che registra la presenza di persone e nuclei familiari con un alto tenore economico, un basso tasso di disoccupazione in rapporto al dato presente nel territorio provinciale, sono sempre di più le famiglie che si rivolgono al Servizio Sociale denunciando una situazione di fragilità economica determinata da fattori quali la perdita del posto di lavoro, l'instabilità lavorativa che determina l'alternarsi di periodi di autosufficienza economica a periodi di difficoltà ad affrontare i costi della quotidianità, la separazione, la malattia, la non autosufficienza.

Gli interventi economici che vengono erogati sono finalizzati alla prevenzione del disagio, del rischio povertà e della marginalità sociale, laddove l'assenza o l'insufficienza del reddito delle famiglie o delle persone singole determinano condizioni tali da non garantire il soddisfacimento dei bisogni primari.

Tale integrazione deve considerarsi un supporto temporaneo alle difficoltà, in una prospettiva di recupero e reintegrazione sociale.

A CHI E' RIVOLTO

I destinatari degli interventi economici sono tutti i cittadini italiani e stranieri residenti nei Comuni del Consorzio C.I.S.A. che versino ina condizione di disagio socio-economico.

I cittadini stranieri, per accedere agli interventi di sostegno al reddito, devono essere in possesso di una regolare carta di soggiorno o di un regolare permesso di soggiorno in corso di validità.

MODALITA' DI ACCESSO

La richiesta di sostegno economico/assistenziale è presentata dal cittadino al servizio sociale competente per territorio, in base al luogo di residenza anagrafica del nucleo.

Le proposte sono esaminate mensilmente dalla Commissione Economica che ne verifica la congruenza e la correttezza rispetto alle norme contenute nel Regolamento.

TEMPI

Se l'esito è positivo, l'erogazione del contributo avviene entro il mese successivo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...