Assistenza domiciliare

Il servizio di Assistenza Domiciliare per disabili si connota come:

  • intervento diretto di aiuto alla persona disabile grave, presso il domicilio;
  • intervento di sollievo diretto ed indiretto alla famiglia del disabile;
  • insieme di opportunità di integrazione sociale, legate al territorio.
OBIETTIVI

Il Servizio ha le seguenti finalità:

  • offrire un'assistenza domiciliare specifica per persone "gravi e gravissime";
  • instaurare una "relazione di fiducia" con la persona disabile e la sua famiglia per indirizzarlo ed accompagnarlo all'utilizzo dei servizi esistenti;
  • mettere a disposizione della persona disabile grave le "opportunità che producono integrazione sociale" impostando interventi individualizzati;
  • offrire un supporto alle famiglie nella gestione della persona disabile a domicilio;
  • integrare, per periodi limitati, l'assistenza ospedaliera svolta dalle famiglie;
  • offrire alle famiglie uno "spazio di tempo libero" per evitare l'isolamento e promuovere la loro integrazione sociale;
  • prevenire e/o ritardare l'istituzionalizzazione.
DESTINATARI

Gli utenti fruitori del servizio sono:

  • le persone disabili grivi e gravissime certificati, come previsto dalla Legge n. 104/1992 art. 3, che ne fanno richiesta ai Servizi Sociali del territorio;
  • i nuclei familiari che al loro interno abbiano o accolgano persone disabili gravi con la modalità dell'affidamento.
MODALITA' DI INTERVENTO

Per ogni situazione viene redatto un Piano Assistenziale Individualizzato (P.A.I.).

Gli interventi, prevalentemente domiciliari, si svolgono anche all'esterno del domicilio e si integrano con altri interventi già posti in essere.

Gli orari sono flessibili con articolazioni differenti a seconda dei bisogni e degli ambiti di intervento.

Il personale è composto da Operatori Socio Sanitari (O.S.S.) e da Assistenti Familiari per quanto riguarda le prestazioni integrative (riordino e pulizia della casa, cura e pulizia dell'abbigliamento della persona disabile, acquisti di generi alimentari e non, preparazione pasti).

Agli operatori viene richiest di svolgere il lavoro di cura, di aiuto, di sostegno e di accompagnamento, attraverso la relazione interpersonale.

MODALITA' DI ACCESSO

La domanda viene presentata dal cittadino richiedente o da un suo famigliare o da un care giver all'Assistente Sociale di riferimento per l'accoglienza, la quale ,nello svolgimento  dell'istruttoria, valuterà la situazione sociale e familiare, tenendo in considerazione anche le condizioni sanitarie.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...