ASSEMBLEA CONSORTILE

L'Assemblea è composta dai rappresentanti degli Enti consorziati nelle persone del Sindaco o di un suo delegato.

La delega è conferita per iscritto e comunicata al Presidente dell'Assemblea e può avere carattere permanente.
Il delegato sostituisce a tutti gli effetti il Sindaco.
I componenti dell'Assemblea permangono in carica sino a quando il Sindaco del Comune consorziato rimane in carica.
Ciascun Ente associato partecipa al Consorzio con responsabilità pari alla sua quota di partecipazione fissata nelle Convenzione e, conseguentemente, in misura proporzionale esercita il voto in Assemblea.

L'Assemblea Consortile è attualmente così costituita:

Nominativo

Comune consorziato

Quota di partecipazione

Collegamento alla pagina web del Comune

BONGIOVANNI Marco Sindaco del Comune di San Mauro Torinese - Vice-presidente dell'Assemblea Consortile

46,55 %

Il Sindaco

CUGINI Paolo Sindaco del Comune di Gassino Torinese

23,10 %

Il Sindaco

PIGNATTA Roberto Sindaco del Comune di Castiglione Torinese

15,52 %

Il Sindaco

CORRU' Angelo Sindaco del Comune di San Raffaele Cimena

7,50 %

Il Sindaco

MOSSETTO Gabriella Sindaco del Comune di Sciolze

3,63 %

Il Sindaco

ROSSO Davide Sindaco del Comune di Rivalba - Presidente dell'Assemblea Consortile

2,81 %

Il Sindaco

CASALEGNO Delfino Sindaco del Comune di Cinzano

0,89 %

Il Sindaco

COMPETENZE

L'Assemblea è l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo.

L'Assemblea Consortile, in particolare:

  • nomina il Presidente ed il Vice-presidente dell'Assemblea;
  • nomina il Consiglio di Amministrazione ed il relativo Presidente e Vice-presidente;
  • pronuncia la decadenza dei propri componenti e la decadenza e la revoca dei componenti del Consiglio di Amministrazione nei casi previsti dalla legge e dallo Statuto;
  • nomina e stabilisce gli emolumenti del Revisore;
  • determina le indennità spettanti ai componenti dell'Assemblea e detta gli indirizzi per la determinazione delle indennità spettanti ai membri del Consiglio di Amministrazione;
  • nomina e stabilisce gli emolumenti del Segretario del Consorzio;
  • definisce gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Consorzio presso Enti, Aziende ed Istituzioni ed effettua le nomine dei rappresentanti del Consorzio presso Enti, Aziende ed Istituzioni espressamente riservate dalla legge all'Assemblea.
L'Assemblea Consortile approva, su proposta del Consiglio di Amministrazione:
  • i programmi socio-assistenziali ed i criteri per la loro attuazione, nonché gli atti che comportano impegni di spesa pluriennali, esclusi quelli relativi alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi di carattere continuativo, il bilancio annuale e pluriennale e le relative variazioni, l'assestamento ed il rendiconto;
  • i regolamenti previsti dalle Leggi e dallo Statuto, salvo quelli riservati per legge alla competenza del Consiglio di Amministrazione;
  • i criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;
  • gli atti di disposizione relativi al patrimonio consortile e la contrazione di mutui non espressamente previsti in atti fondamentali dell'Assemblea stessa e l'emissione di prestiti obbligazionari;
  • le convenzioni con le Amministrazioni pubbliche e le convenzioni per l'affidamento di attività o servizi socio assistenziali, salvo quelle che attengono agli aspetti gestionali già previsti in atti fondamentali dell'Ente.

L'Assemblea propone e adotta, altresì, a maggioranza qualificata del 90% (novantapercento) delle quote di partecipazione, le modifiche dello Statuto.

Tali modifiche devono essere successivamente approvate dai Consigli Comunali degli Enti consorziati.

FUNZIONAMENTO

L'Assemblea è convocata e presieduta dal Presidente che formula l'ordine del giorno.

L'avviso di convocazione, con l'indicazione dell'ordine del giorno, del luogo, della data e dell'ora della seduta, è notificato o trasmesso via fax o via mail alla sede del Comune consorziato almeno:

- 5 gg. prima dell'adunanza, nel caso di convocazione ordinaria;
- 3 gg. prima dell'adunanza, nel caso di convocazione straordinaria;
- 24 ore prima dell'adunanza, nel caso di convocazione d'urgenza;

ed è pubblicato agli Albi Pretori della sede consortile e dei Comuni consorziati.

L'Assemblea si riunisce in sessione ordinaria per l'approvazione del bilancio preventivo e del rendiconto della gestione e negli altri casi stabiliti dallo Statuto.

L'Assemblea si riunisce altresì in sessione straordinaria su iniziativa del suo Presidente, ovvero su richiesta di almeno il 51% (cinquantunopercento) delle quote di partecipazione o su richiesta del Presidente del Consiglio di Ammmistrazione. In questi casi la seduta deve aver luogo entro 30 giorni dal deposito della domanda che deve contenere gli argomenti da trattare, i quali devono rientrare nelle competenze dell'Assemblea.

L'Assemblea è validamente costituita con l'intervento di un numero di soci che rappresenti almeno 90% (novantapercento) delle quote di partecipazione al Consorzio.

Le sedute dell'Assemblea sono pubbliche, salvo quando vengano trattate questioni riguardanti persone che richiedano la tutela del diritto di riservatezza.

DELIBERAZIONI

Alle deliberazioni della Assemblea Consortile sono applicate le norme previste dalla legge per le deliberazioni del Consiglio Comunale, per quanto attiene l'istruttoria, i pareri, la forma e le modalità di redazione, pubblicazione e controllo.

Le deliberazioni sono approvate con il voto favorevole di almeno 90% (novantapercento) delle quote di partecipazione, salvo maggioranze speciali previste espressamente dalle leggi o dallo Statuto.
Le deliberazioni sono assunte di regola con la votazione a scrutinio palese, fatte salve le ipotesi di deliberazione concernenti persone, quando venga esercitata una facoltà discrezionale fondata sull'apprezzamento delle qualità soggettive di una persona e sulla valutazione dell'attività da questi svolta.
Nelle votazioni segrete a ciascun componente l'Assemblea saranno consegnate le schede di votazione in proporzione alle sue quote di partecipazione.
Alle sedute dell'Assemblea partecipa il Segretario, il quale cura la redazione dei relativi verbali che, unitamente al Presidente, sottoscrive.
IL PRESIDENTE DELL'ASSEMBLEA

Il Presidente viene eletto, a voto palese, dalla Assemblea Consortile nel suo seno con il voto favorevole di almeno il 90% (novantapercento) delle quote di partecipazione al Consorzio e dura in carica per tutta la durata del suo mandato.

Con le stesse modalità viene eletto il Vice-presidente.
Il Presidente esercita le funzioni che gli sono attìbuite dalla legge, dallo Statuto e dai regolamenti.
Il Presidente è l'organo di raccordo tra l'Assemblea ed il Consiglio di Amministrazione, coordina l'attività di indirizzo espressa dall'Assemblea con quella di governo e di amministrazione ed assicura l'unità delle attività sociali del Consorzio.

Il Presidente dell'Assemblea esercita in particolare le seguenti attribuzioni:

  • rappresenta e convoca l'Assemblea;
  • stabilisce l'ordine del giorno;
  • presiede le adunanze, firma le deliberazioni e vigila sulla trasmissione delle stesse agli Enti consorziati;
  • controlla l'attività complessiva dell'Ente e promuove, occorrendo, indagini e verifiche;
  • compie gli atti che gli sono demandati dalla legge, dallo Statuto, dai regolamenti o dalle deliberazioni.

Il Presidente è sostituito, in caso di assenza o di impedimento, dal Vice-presidente.

L'attuale Presidente dell'Assemblea Consortile è Davide ROSSO, Sindaco del Comune di Rivalba.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...