Affidamento diurno

L'affidamento di anziani e disabili è una delle risorse istituzionali promosse dal Consorzio C.I.S.A..

La sua realizzazione si basa sulla predisposizione da parte del Servizio Sociale di un progetto individuale a favore del soggetto, nell'ottica di promuovere un intervento idoneo a rispondere ai bisogni che la persona stessa esprime.

Fondamentale è il consenso espresso dall'utente (o in caso di impossibilità da chi ne esercita la tutela o da un famigliare) quale parte attiva per la realizzazione dell'affidamento, che deve prevedere la stipula di un accordo tra tre soggetti:

  • l'utente o chi lo rappresenta
  • l'affidatario
  • il Servizio Sociale

al cui interno sono definiti le caratteristiche fondamentali dell'intervento, gli obiettivi e gli impegni che ogni parte si assume, il ruolo di sostegno, monitoraggio e verifica spettante al Servizio Sociale.

E' compito del Servizio Sociale di territorio:

  • individuare tra i propri utenti quelli che possono rappresentare i possibili fruitori dell'intervento di affidamento;
  • individuare singoli o famiglie disponibili a "prendersi cura" di anziani o disabili adulti, valutandone l'idoneità;
  • attuare l'abbinamento;
  • predisporre le attività di monitoraggio e sostegno all'affidamento, anche effettuando verifiche periodiche;
  • curare le procedure amministrative previste.
OBIETTIVI

Gli obiettivi di questo intervento sono:

  • favorire la permanenza del soggetto debole al proprio domicilio il più a lungo possibile;
  • creare le condizioni per il mantenimento della maggior autonomia possibile del soggetto sia nella gestione del quotidiano sia nella vita di relazione;
  • promuovere lo sviluppo della solidarietà della comunità locale con particolare attenzione allo sviluppo del "sostegno di vicinato";
  • affrontare l'invecchiamento della popolazione attraverso la costruzione di una pluralità di risposte collegate in modo sinergico tra loro.
A CHI E' RIVOLTO

I beneficiari di questo intervento possono essere:

  • persone disabili adulte che presentino certificate problematiche di ordine fisico, psichico o psicofisico;
  • anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti ultra sessantacinquenni.

Sono escluse dall'intervento persone che presentino disturbi di tipo esclusivamento psichiatrico.

Sono destinatari dell'intervento le persone che necessitano di supporto nel provvedere alle proprie necessità personali, nella gestione della vita quotidiana e nella vita di relazione. Tali soggetti possono vivere soli o in coppia al proprio domicilio oppure presso famigliari.

I bisogni di cui sono portatori i destinatari possono essere riferiti ai seguenti ambiti:

  • cura della persona;
  • cura dell'ambiente di vita;
  • spesa e preparazione dei pasti;
  • supporto e accompagnamento per attività esterne (visite mediche, terapie, ecc.);
  • soddisfacimento di bisogni di socializzazione, ricreativi, culturali.

Una delle risposte possibili a questi bisogni passa attraverso la presenza di volontari che sono di riferimento nel quotidiano, prendendosi cura della persona anche attraverso un sostegno affettivo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...